referaty.sk – Všetko čo študent potrebuje
Sobota, 19. augusta 2017
Il romanzo di Pirandello e Svevo
Dátum pridania:24.06.2002Oznámkuj:12345
Autor referátu:Sika
 
Jazyk:TaliančinaPočet slov:701
Referát vhodný pre:Stredná odborná školaPočet A4:2.6
Priemerná známka:2.98Rýchle čítanie:4m 20s
Pomalé čítanie:6m 30s
 
Tema: Il romanzo dei primi del 900 di Pirandello e Svevo

Il romanzo è un genere letterario che, in generale, consiste in una narrazione estesa nel tempo, con protagonisti che si muovono su uno sfondo e secondo un ordine scelto dall’autore. È il genere che più assomiglia ad uno spaccato della realtà e, in questo senso, nasce come genere oggettivo.
Un autore di romanzi può saperne meno, altrettanto o più dei suoi personaggi: di più come nel romanzo del Manzoni, di meno come nei racconti di Verga, altrettanto come nei romanzi psicologici di Pirandello e Svevo. Bisogna dire che, alla fine dell’800, la letteratura italiana inizia a risentire, con D’Annunzio, del clima europeo determinato da un interesse sempre maggiore per la psicologia, come si può vedere nelle opere di Joice, Proust, Wilde, e per le suggestioni decadentistiche in Rimbaud, Mallarmè e Verlaine. D’altra parte Bergson e Freud avevano introdotto nella cultura europea l’esame della coscienza e la psicanalisi mette in crisi la visione immediata della realtà del soggetto e dell’oggetto.
Il romanzo come racconto di fatti entra in crisi radicale con Pirandello: quali siano i fatti e a chi siano riferiti non è più così facile scoprirlo. “Il fu Mattia Pascal”rappresenta degnamente il passaggio al nuovo genere di romanzo, detto anche romanzo nuovo o della crisi. La realtà e la finzione si confondono in un gioco delle parti che rende l’uomo un attore sul palcoscenico che è la vita; come ogni attore non si identifica, se non nella finzione, nel suo personaggio così l’uomo non può accontentarsi di alcuna delle sue tante maschere, eppure non ha altro: è condannato a recitare perchè non ha nessun’altra possibilità. Inoltre in questo personaggio di Pirandello si può vedere benissimo il fatto che, pur sentendosi imprigionato nelle convenzioni e nelle strutture sociali, non riesce a liberarsene perchè non vi può rinunciare.
Del verismo, che pure resta il suo punto di partenza, Pirandello mantiene solo la fedeltà a un ambiente preciso: la sicilianità che diventa però simbolo della condizione contemporanea. Egli resta inoltre legato a moduli espressivi classici che si basano su quei principi (soggetto, oggetto, pensiero razionale) che però dichiara insufficienti.
 
   1  |  2    ďalejďalej
 
Copyright © 1999-2016 News and Media Holding, a.s. - všetky práva vyhradené. Publikovanie alebo šírenie obsahu je zakázané bez predchádzajúceho súhlasu.